Il trimestrale di cucina “Case&regalo” mette Mopita in copertina. Sul numero uscito in aprile, il fondatore e anima di Mopita, Eugenio Montini, si è lasciato immortalare tra le sue pentole per raccontare se stesso e la sua azienda e lanciare allo stesso tempo una sfida al mondo dei casalinghi: “Voglio dare alla bellezza un valore accessibile”.

Nelle due pagine dedicate all’azienda bresciana, Montini ha parlato dei suoi trent’anni di esperienza nel settore, maturati principalmente come dirigente in importanti aziende italiane ed estere e risultati determinanti nel raggiungimento degli obiettivi di bilancio dell’azienda, in continua crescita. Ma non solo. Il “pensatore di pentole ” – come è stato definito in copertina – ha raccontato di un’azienda con la “A” maiuscola, formata da un piccolo gruppo di persone molto affiatate e con competenze specifiche, che in soli tre anni ha saputo dar vita ad un marchio che è già riuscito a ritagliarsi il suo posto nel mercato nazionale e internazionale grazie alla stipula di numerosi accordi commerciali e di partnership con fornitori e distributori altamente selezionati che condividono con Mopita la filosofia del “far bene”.

Forte dei risultati di fatturato, della continua crescita del pacchetto clienti e della voce “esportazione”, Montini ammette che “è gratificante raccogliere i frutti di tanto lavoro in così breve tempo”, ma sa bene che nel mercato di oggi nulla è per sempre e addormentarsi sugli allori è un errore da non commettere. E lui, che in trent’anni di lavoro ha assistito a tanti errori, ora li guarda dall’alto e si gode il panorama mozzafiato.